The Fish Circle

 

Ciao Mio caro amico, è un periodo dove sono profondamente prolissa. Ho notato che sto bestemmiando me, sono meno incline ad esplosioni di ira, e sono un po’ più… Vivi e lascia vivere.

Nelle mie due settimane di ferie ho avuto modo di confrontarmi con persone dall’alta sensibilità, dall’etica forte e uno spiccato senso del dovere, non sto parlando di Giovanna D’Arco, detta anche, “Giovanna non giocare con i cerini”.

Si Bloggi, ho delle amiche che sono delle dannate fatine tutte zucchero e miele, il diabete.

Mentre scrivo m’è venuto in mente che Facebook mi ha rimosso un contenuto, non si offenderà ma non ricordo nemmeno che ho mangiato ieri, sono sicura di non aver sfanculato nessuno, le tette non le metto, < che sarà mai?> Però vabbè dai?! Mi hanno oscurato un commento per aver detto a una amica < rapisci la gatta.> Gatta che viveva in strada e cercava una mamma umana che l’amasse, ma l’ironia è il settimo senso. Il senso che si spegne ogni volta che qualcuno ha un bastone su per il culo.

Sto divagando mio carissimo raccoglitore virtuale di pensieri, seghe mentali e malinconie varie. Tornando a una delle mie amiche e precisamente a una telefonata fatta, che si sarebbe potuta trasformare per una delle due un: <pronto Eleonora, sono il bastone della luce>. Lol.

Così non è stato, fortunatamente, ma quasi in maniera spontanea abbiamo intavolato una conversazione, dove ci siamo interrogate sul cosa stesse affliggendo il genere umano, oltre a… Sono Giorgia, che a me mette paura neanche fosse la ragazzina che vomita verde, come la protagonista dell’Esorcista.

Un incremento galoppante di episodi di criminalità; violenza di genere, stupri e omicidi. Passano in tv e sui social, quasi con la stessa e totale indifferenza che si dedicherebbe alla collega pettegola e scassa-cazzi. Quel fastidio misto alla sopportazione. Francesco l’abbiamo lasciato che redarguiva anziane signore che chiamano il cane figlio, mentre Cucumber Blond, in giro per l’intero globo terraqueo a fare occhietti ammiccanti a maschi, quelli che, non se la terrebbero in casa nemmeno per lucidare l’argenteria. <Dio che tristezza!>

Poi nei film sentiamo spesso: <l’amore salverà il mondo> e aggiungerei sti-cazzi al quadrato, anche perché, l’unico amore che vedo è: l’amore per l’intolleranza.

L’amore salverà il mondo, è già tanto che, “la gente” non vada in giro con mazze chiodate a spaccare la faccia al prossimo. La lista dei nemici diventa sempre più lunga. Oltre ai Rave, i trafficanti, gli antifascisti, poveri e neri. Si aggiungono i magistrati… I magistrati donna.

Mentre mi dilungo come un Ulisse a caccia di gnagna, ricordo che devo tornare al succo del discorso. Io e la mia amica, cattolica dall’animo comunista, percepiamo un cambio d’energia, sottile subdola, manipolativa un po’ come le suocere di un tempo, sono lì che aspettano che tu cada. E noi cadiamo nel caos nel crimine nell’anarchia morale.

Ecco vi ho descritto qualcosa che è solo percepito. Tanti teosofi o meglio quasi tutti, parlano di un risveglio, un risveglio che io…<Mi svegliate a fine mandato di sta banda di imbecilli in vestiti costosi?!

Che se non fossi una anti complottista inside, sarei convinta che sti birbanti, so le incarnazioni di un film horror. Che secondo me Elisabetta the Queen, la foglia non se l’è mangiata e abbia rinunciato all’immortalità, perché, gli puzzava troppo sta storia. Lei è stato il primo presagio.

Che posso dirti mio caro Bloggi, non voglio fare la pesantona della situazione e vorrei tenere un clima scherzoso, ma è sempre più palese, l’attacco alle libertà personali, in favore di un ideologia politica che ha cambiato volto, ma non la matrice, dove ci vogliono poveri, ignoranti, manipolabili e all’angolo.

L’indifferenza, la pigrizia mentale, l’egoismo e la paura per il nuovo, il diverso. Ci rendono stupidi, manipolabili e meschini. Facciamo un gioco. Cerchiamo vicino noi, qualcuno che ha bisogno di un gesto, un’azione, un saluto, un piatto caldo o un favore, E facciamolo con amore sapendo che non ci tornerà nulla indietro, con il solito scopo di aver alleggerito le spalle del nostro vicino.

Passo e chiudo

Visualizzazioni: 0

Pubblicato da lastronzaomofoba

Diario Autobiografico, tra il ridicolo e il paradosso “LaStronzaOmofoba” racconta la sua vita. Tra attacchi di ira, sconforto e qualche bella notizia. L’utilizzo di questo Blog come se fosse un vero e proprio diario. Sperando di far sorridere, riflettere e emozionarvi. PS: Chiedo scusa per le parolacce, ma chi, in fin dei conti non scrive qualche parolaccia nel proprio diario?!