I Vampiri Energetici.

Questa sera sono qui per parlare di un fenomeno estremamente diffuso e probabilmente poco conosciuto, o non chiaramente identificato.

Quest’oggi voglio parlare di quelle persone che hanno una peculiarità originale.

I Vampiri Energetici.

No mio caro amico non sono qui a raccontare di storie fantasy o storie dell’orrore, i vampiri energetici sono tutte quelle persone che con la loro energia bassa, riescono a penetrare il campo energetico delle persone creando veri e propri stati di malesseri psicofisici.

Caro amico in realtà essendo una donna estremamente selettiva io evito la maggior parte di questi individui ma ci sono posti dove diventa impossibile evitarli senza essere sgarbata ed estremamente maleducata.

Ma ieri sera dopo l’ennesima telefonata fuori luogo e non contestualizzata, ho deciso di riadattare la tecnica e lo stile di vita “se mi scassi le balle io ti travolgo come un caterpillar”.

Alla veneranda età di quarantasei anni ho deciso che voglio vivere in armonia con il cosmo e nel mio ristretto mondo fatto di affetti e libri, mentre la gente che schifo la lascio fuori dalla porta di casa.

Ecco, questo nel barese non sempre è possibile. C’è una tipologia di barese o vampiro energetico che ho ribattezzato la gatt frek e chiang (la gatta che piange).

Sono tutti quegli individui che stanno lì a lamentarsi di tutto, lagnandosi su tutti e manipolando fatti, eventi, in base alle proprie esigenze. Lo si fa anche perché hanno anche un certo potere nel creare compassione nel prossimo spingendo le persone a prendere le proprie difese, inconsapevoli del fatto che proprio loro sono gli artefici di questo rimestare nella merda, creando dinamiche e sinergie tossiche: anche perché generalmente sono persone vigliacche e estremamente invidiose.

Io non so perché attiro questa tipologia di persone anche perché il mio super potere di lettura dell’individuo, mi fa vedere chiaramente il motivo della zizzania che viene messa in atto.

Ecco uno degli ambienti più tossici se sei una persona che frequenta al massimo cinque persone, è il posto di lavoro. Uno immagina un luogo dove la gente è realizzata, che si alza la mattina perché ama quello che fa, se non è così, lo fa perché deve mettere il pane in tavola.

La gatt frek e chiang non gliene frega nulla se non hai trascorso una buona giornata, hai delle bollette in scadenza da pagare, problemi personali o un semplice mal di testa. La “gatta” ti assilla con ogni scusa, iniziando con un discorso x per poi iniziare la sua opera di manipolazione passiva (PATETICA).

Nel mio caso chi mi conosce lo sa che ho un carattere abbastanza fumantino, una mente analitica e una lingua che taglia come la falce (ma continuano inesorabilmente con l’intento).

Quindi la manipolazione sta nel “volermi fomentare” e utilizzarmi come arma di distruzione di massa.

Peccato che considero questo atteggiamento e queste persone: patetiche oltre che estremamente stupide e infantile.

Perché ne parlo?

Quando ti concentri a non farti investire e turbare da energie negative e da gente tossica, sprechi più energie per far si che tutto ciò accada.

Ecco che quando la cosa, la persona, il fatto, ti raggiunge telefonicamente trova una breccia anche se si può sempre non rispondere: ma siccome la tua energia di equilibrio pretende che tu sia un essere migliore, tu rispondi.

Ed è proprio lì che ti fotte e inizi a sbarellare e inizi a imprecare come se, in una vita passata fossi stato Attila.

Ti arrabbi solo perché lo sapevi, lo intuivi che se avessi ignorato la telefonata la succuba energetica non avrebbe colpito.

Sono arrivata alla conclusione che se non si riesce a trovare un equilibrio tra l’essere buoni e non avere rotture di scatole, bisogna minacciare con garbo la persona di non disturbarti. Anche perché, attirerai sempre le malelingue, le ingiurie e i pettegolezzi con le persone che vibrano in maniera disarmonica.

Quindi miei cari empatici che cercate di vibrare forte, non temete di dire stop ai parassiti energetici, tanto li si attirerà sempre e comunque come se foste fiamme ardenti in una notte d’agosto e loro falene.

Con questo è tutto mio caro Bloggi alla prossima avventura.

Revisione testi a cura di. https://www.instagram.com/ologramma7?igsh=MWN1NWl4MW9vY3FkOA==

Visualizzazioni: 18

Pubblicato da lastronzaomofoba

Diario Autobiografico, tra il ridicolo e il paradosso “LaStronzaOmofoba” racconta la sua vita. Tra attacchi di ira, sconforto e qualche bella notizia. L’utilizzo di questo Blog come se fosse un vero e proprio diario. Sperando di far sorridere, riflettere e emozionarvi. PS: Chiedo scusa per le parolacce, ma chi, in fin dei conti non scrive qualche parolaccia nel proprio diario?!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *