Ombre e Luci : Un Viaggio di Riflessione e Crescita

Mio caro amico,

Sono qui e ho appena iniziato a leggere un libro che dovrà essere terminato entro il sei giugno. (Non lasciarmi di Ishiguro  https://amzn.to/3R1xuyv)

È molto scorrevole, ma sono un tantino distratta.

Sai, Bloggi, alcune volte si ha la tendenza a ferire le persone. Tantissime volte lo si fa in maniera involontaria e inconsapevole. Dopo la parte iniziale, dove ci si sente arrabbiati e feriti, subentra una sorta di senso di colpa su come male abbiamo gestito il tutto. Nel migliore dei casi bastano delle scuse sincere e una spiegazione, e tutto torna al proprio posto. Nel peggiore dei casi, beh, lo puoi immaginare: chi non ha mai sperimentato una rottura drastica?

Negli anni sono diventata riservata, assumendo quasi inconsciamente il ruolo dell’amante, perché la vita e le esperienze ti insegnano come difendersi dagli occhi indiscreti e dalle malelingue. Ho imparato sempre con il tempo e con l’esperienza e le tante delusioni, che quando il pettegolezzo non riesce a colpire te, perché sei diventata brava nel mimetizzarti e nel passare inosservata, il pettegolezzo colpisce chi ti circonda e chi ti vuole bene. Tutto dipende dal tipo di ruolo che queste persone hanno e dal tipo di intimità che si instaura, e dal livello di accettabilità sociale che il filtro della società odierna applica.

E così, a furia di rendermi invisibile per cercare di proteggere i miei affetti, è finita che non ho mai imparato ad amare alla luce del sole e con la giusta leggerezza. Mi rendo conto, ad oggi, che ormai non sono più giovanissima, che a causa di questo atteggiamento io mi sono accontentata e, a furia di accontentarmi, mi sono incarcerata in una vita apparentemente convenzionale fatta di sguardi sottecchi e disprezzo.

Tutto questo oggi lo posso analizzare con chiarezza solo perché alcune relazioni sono riuscita a proteggerle e fungono da saggi consiglieri, “oltre che da revisionatori di testi”, quelle relazioni che non hanno bisogno di un riconoscimento sociale per sentirsi importanti. Le altre, quelle che hanno bisogno di un’etichetta che le cristallizzi e le dia onorificenza, beh, se non le mette in fuga la società e il giudizio morale, le faccio scappare io con il mio atteggiamento saturnino.

Di tutto questo flusso emotivo scaturito da una lettera pubblicata privatamente perché altamente personale, e una riflessione successiva, mi rimane il dispiacere di aver ferito l’uomo che amo, a prescindere se rifarà un passo avanti e io sarò disposta a riaccoglierlo nelle mie braccia.

Passo e chiudo. Alla prossima.

Visualizzazioni: 17

Pubblicato da lastronzaomofoba

Diario Autobiografico, tra il ridicolo e il paradosso “LaStronzaOmofoba” racconta la sua vita. Tra attacchi di ira, sconforto e qualche bella notizia. L’utilizzo di questo Blog come se fosse un vero e proprio diario. Sperando di far sorridere, riflettere e emozionarvi. PS: Chiedo scusa per le parolacce, ma chi, in fin dei conti non scrive qualche parolaccia nel proprio diario?!

Una risposta a “Ombre e Luci : Un Viaggio di Riflessione e Crescita”

  1. E bella la luce del sole,vagare per i prati magari tenendosi per mano pensando solo a se stessi fregandosene di qualsiasi giudizio o pettegolezzo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *